Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo
 
Cerca nel sito
 
 
> Comunicati
 
> Fai di ANSV la tua Home
  Home E-mail
 
Servizi Utente
 
Versione per stampante

Importante: alcuni documenti pubblicati sono in formato PDF. Per la lettura di tali documenti è necessaria l''installazione di Adobe Acrobat Reader. Se non fosse ancora presente sul vostro computer potete scaricarlo gratuitamente direttamente dal sito di Adobe Italia.

Get Adobe Acrobat Readr

Per l'installazione seguite quanto riportato all'interno del sito.

 
 
07/09/2005
   
Incidente ATR 72 Tuninter: le due raccomandazioni di sicurezza inviate all’EASA
   
A seguito delle notizie apparse sulla stampa, l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) precisa quanto segue.

Nell’ambito dell’inchiesta tecnica di propria competenza relativa all’incidente occorso lo scorso 6 agosto al largo di Palermo all’ATR 72 marche TS-LBB della compagnia aerea Tuninter, l’ANSV ha inviato ieri all’Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA) e per conoscenza all’Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC) due raccomandazioni di sicurezza urgenti a fini di prevenzione.

Dall’esame della documentazione acquisita dall’ANSV in Tunisia e dalle ispezioni condotte sul relitto, si è rilevato infatti che il pannello che indica la quantità di carburante contenuta nei serbatoi alari (Fuel Quantity Indicator, FQI), installato nella cabina di pilotaggio dell’ATR 72 TS-LBB, era del tipo destinato agli aeromobili ATR 42.
Il FQI fornisce all’equipaggio il peso della quantità di carburante contenuta nei serbatoi. Tale indicatore elabora il segnale proveniente dai sensori capacitivi installati nei serbatoi alari in funzione di un algoritmo caratteristico per ciascun tipo di velivolo, dipendente dalla forma dei serbatoi, dalla loro dimensione e dal numero delle sonde. I serbatoi alari dei velivoli ATR 42 e ATR 72 sono diversi in termini di capacità massima, di forma, numero e posizione delle sonde capacitive. Conseguentemente, i FQI rispettivamente installati sugli ATR 42 e sugli ATR 72 utilizzano algoritmi diversi e non sono intercambiabili tra loro.
Ciò nonostante, i FQI installati sugli ATR 42 e sugli ATR 72 sono identici sia dal punto di vista dimensionale che di installazione; pertanto, un FQI previsto per un ATR 42 può essere erroneamente installato su un velivolo ATR 72 e viceversa. L’unica differenza visibile tra i due FQI è rappresentata da una scritta di colore bianco di piccole dimensioni indicante la quantità di carburante massima per serbatoio alare, riportata sul frontalino dello strumento.

Al fine di verificare gli effetti di un’erronea installazione in termini di quantità carburante indicata in cabina di pilotaggio, sono state condotte dall’ANSV numerose prove di rifornimento su un velivolo uguale a quello precipitato, utilizzando sia il FQI previsto per l’ATR 72 sia il FQI previsto per l’ATR 42. I risultati delle prove hanno evidenziato che se un FQI previsto per l’ATR 42 viene installato su un ATR 72, in cabina di pilotaggio viene indicato un valore di carburante a bordo superiore a quello effettivamente presente.

Alla luce delle suddette evidenze, l’ANSV ha quindi emanato le due citate raccomandazioni di sicurezza.
La prima invita l’EASA a verificare che sulla flotta ATR 42 e ATR 72 siano installati Fuel Quantity Indicator del tipo previsto per il tipo di aeromobile.
La seconda suggerisce all’EASA di considerare la possibilità di far effettuare una modifica installativa in grado di prevenire il montaggio di un FQI previsto per l’ATR 42 su un aeromobile ATR 72.

L’inchiesta tecnica comunque continua per accertare tutti i fattori che a vario titolo abbiano contribuito al verificarsi dell’incidente.
   
Scarica il file
   
   
 
Contenuti
Notizie
Comunicati
Documenti
Relazioni e rapporti d'inchiesta
 
Raccomandazioni di sicurezza
 
Sistema di segnalazione spontanea
 
Regolamenti e procedimento sanzionatorio
Bandi e concorsi
Adempimenti ANAC
Trasparenza, valutazione e merito
 
Link
   
   
  Chi siamo | Dove siamo | Come contattarci > informativa privacy
[ Copyright 2003 - 2005 Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo ]